A fuoco una discarica ad Harare nello Zimbabwe, allarme per gas tossici

Il rogo si sarebbe sprigionato dopo che un cavo di alimentazione difettoso era andato a fuoco. Le autorità hanno reso noto che ci vorranno "tra una e due settimane" per far tornare la situazione sotto controllo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Fumi tossici ed esalazioni di gas si stanno diffondendo nella periferia nord di Harare, la capitale dello Zimbabwe, a causa di un incendio divampato venerdi’ nella discarica di Pomona. Le autorita’ della citta’ hanno reso noto alla stampa locale che ci vorranno “tra una e due settimane” per far tornare la situazione sotto controllo.

Il rogo nel sito, noto per essere visitata quotidianamente dai residenti degli slum vicini in cerca di cibo o altri beni di prima necessita’, si sarebbe sprigionato dopo che un cavo di alimentazione difettoso era andato a fuoco. Immediata solidarieta’ degli abitanti della zona, che secondo il quotidiano locale The Herald stanno aiutando attivamente i vigili del fuoco. E’ stata mobilitata anche l’aereonautica militare, che ha messo a disposizione dei pompieri a lavoro da giorni un’autopompa. Potenzialmente pesanti i rischi per la salute.

L’epidemilogo locale Kudzai Masunda, sentito sempre dall’Herald, ha espresso preoccupazione per la presenza accertata di sostanze chimiche nella discarica. Masunda ha sottolineato che i residenti dovranno prendere precauzioni e ha elencato una serie di potenziali problemi fisici provocati dall’esalazioni: “tosse secca, pesantezza al petto” ma anche “prurito e irritabilita’ alla pelle e agli occhi”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»