Regionali Puglia, accordo Pd-M5s? La candidata grillina: “Tagliatemela, ma io non piego la testa”

Lo scrive su facebook Antonella Laricchia, candidata del M5S alla presidenza della Regione Puglia, dopo l'intervista del premier Conte che auspica un accordo M5s-Pd nelle Marche e in Puglia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Amo i pugliesi e le loro scelte vanno rispettate, non temute, ne’ manipolate”. Lo scrive su facebook Antonella Laricchia, candidata del M5S alla presidenza della Regione Puglia, dopo l’intervista del premier Conte che auspica un accordo M5s-Pd nelle Marche e in Puglia.

“In questi giorni, questa mattina in particolare- aggiunge-, sto ricevendo tanto amore da loro e messaggi con cui mi incoraggiano ad andare avanti, senza fare alleanze di alcun tipo con chi sta ammazzando il futuro della Puglia. Sono sorpresa dai titoli di oggi, che a una prima lettura contraddicono i contenuti di un dialogo cordiale, intelligente, profondo, che ho avuto pochi giorni fa con Giuseppe Conte. Immagino che l’intervista sia stata enfatizzata e/o distorta. Piu’ importanti dei miei vantaggi personali (mi hanno promesso poltrone certe, prestigio assicurato) o di Giuseppe Conte (una maggioranza parlamentare teoricamente piu’ rinsaldata), ci sono gli interessi dei pugliesi”.

Per questo, dice ancora, “io ritengo doveroso garantire una valida opportunita’ di vero cambiamento. Sono stata scelta alla guida di una coalizione formata dal M5S e di una lista della societa’ civile, #PugliaFutura. Tutta la squadra si e’ unita sulle cose da fare e da non fare. La mia presenza non e’ scontata, chiaramente sono sacrificabile in ogni momento, se qualcuno lo decide dall’alto. Ma non chiedetemi di piegare la testa, piuttosto trovate il coraggio di tagliarla, se volete salvare la mala politica di Emiliano e Fitto, perche’ finche’ non saro’ rimossa da questo ruolo che mi e’ stato attribuito, andro’ avanti a guidare questa opportunita’ di cambiamento”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»