Bielorussia, Tikhanovskaja al Consiglio Ue: “Sostenga la transizione”

La leader dell'opposizione manda un messaggio ai presidenti dell'Ue
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un appello all’Unione Europea affinche’ non riconosca le elezioni del 9 agosto, definite “fraudolente”, e’ stato diffuso oggi da Svetlana Tikhanovskaja, ex candidata ora alla guida del Consiglio di coordinamento nazionale della Bielorussia, organismo che riunisce una settantina di oppositori al presidente Aleksandr Lukashenko.

Il messaggio e’ stato diffuso con un video, trasmesso su Youtube e registrato in Lituania, in vista di un incontro in videoconferenza del Consiglio europeo dedicato alla crisi di Minsk.

“Per facilitare una transizione pacifica del potere nel mio Paese – ha sottolineato Tikhanovskaja – ho avviato il Consiglio di cordinamento nazionale di Bielorussia, che guidera’ il processo di transizione pacifica del potere attraverso il dialogo“.

Alla conferenza del Consiglio Ue parteciperanno in collegamento capi di Stato e di governo dei Paesi membri. Stando ai risultati ufficiali del voto, Lukashenko e’ stato confermato presidente per la sesta volta. La regolarita’ delle elezioni e’ pero’ contestata dall’opposizione. Manifestazioni di piazza si sono concluse con l’intervento delle forze speciali di polizia, scontri e arresti. Secondo il portale di informazione Tut.by, oggi e’ morto un manifestante che era stato ferito con un colpo di arma da fuoco la settimana scorsa nella citta’ di Brest.

LEGGI ANCHE:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»