Open Arms, l’appello del parroco di Lampedusa: “Facciamoli scendere subito”

"Qualsiasi idea o lotta politica non si porta avanti sulla pelle delle persone più povere e più vulnerabili"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Facciamoli scendere subito, qualsiasi idea o lotta politica non si porta avanti sulla pelle delle persone più povere e più vulnerabili”. È l’appello lanciato da don Carmelo La Magra, parroco di Lampedusa, riguardo alla situazione dei migranti sulla nave Open Arms, ferma davanti all’isola delle Pelagie.

“Ogni giorno in più è un giorno di tortura per queste persone”, aggiunge don La Magra, intervistato dal Tgr Rai Sicilia, che davanti ai singoli sbarchi succedutisi in questi giorni a Lampedusa sottolinea: “Dimostrano che non sono le Ong a favorire l’arrivo di queste persone”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

19 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»