Messaggio Mattarella per il meeting di Cl: “Col terrorismo i germi di una Terza Guerra mondiale”

"Il terrorismo alimentato anche da fanatiche distorsioni della
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sergio mattarella“Il terrorismo alimentato anche da fanatiche distorsioni della fede in Dio sta cercando di introdurre nel Mediterraneo, in Medio Oriente, in Africa i germi di una terza guerra mondiale. Sta alla nostra responsabilita’ fermarla”. E’ il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ad affermarlo in un messaggio inviato al meeting di Cl a Rimini che si apre domani per la 36esima edizione.

Un messaggio che arriva proprio nei giorni in cui continuano a susseguirsi attentati e violenze nelle aree di crisi e che sono all’origine anche del grave esodo di migranti verso il Nord del Pianeta. Ed è proprio a questi ultimi che il capo dello Stato rivolge un pensiero, cercando di fare leva su un comune senso di responsabilità: “L’umanità che mostreremo nell’accogliere i profughi disperati, l’intelligenza con cui affronteremo i fenomeni migratori, la fermezza con cui combatteremo i trafficanti di essere umani- ha spiegato – saranno il modo con il quale mostreremo al mondo la qualità della vita democratica”, perché per Mattarella “la democrazia si esporta con la cultura e con l’esempio”.

Il Presidente della Repubblica ricorda anche il cattivo servizio reso alla nostra società dal populismo e dai nazionalismi: “Ebbene- dice- la risposta viene offerta da tante testimonianze di moralità, di solidarietà, di impresa responsabile, di governo dei conflitti, di ricostruzione del diritto laddove la sua rete è stata lacerata”.

Mattarella conclude sottolineando che “la nostra societa’, dopo una lunga crisi economica, che ha lasciato ferite profonde, avverte ancor di piu’ l’esigenza di valori e di percorsi ispirati a ideali sinceri. E ha bisogno di testimoni credibili- ammonisce- che conducano la loro azione con coerenza e moralita’, rompendo l’area grigia dell’opportunismo, che purtroppo sfocia spesso nella corruzione, germe distruttivo della societa’ civile”.

Di Redazione

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»