Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bassetti: “Basta allarmismo, bisogna eliminare la quarantena e le mascherine al chiuso per i vaccinati”

matteo bassetti
L'infettivologo del San Martino di Genova invoca il ritorno alla normalità: "Non dobbiamo più fissarci sull’incremento dei positivi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – “Con un italiano su 2 vaccinato con 2 dosi e 2 su 3 con una sola dose occorre iniziare la fase della convivenza con il virus. Basta allarmismo. Bisogna tornare alla normalità e eliminare rapidamente la quarantena e la mascherina anche al chiuso per i vaccinati”. Così in un post su Facebook il primario di Malattie Infettive all’ospedale San Martino di Genova, Matteo Bassetti.
“Gli inglesi oggi partono con il ‘freedom day’. Una decisione- prosegue Bassetti- che ci fa comprendere come non dobbiamo più fissarci sull’incremento dei positivi, quanto piuttosto tenere d’occhio l’eventuale aumento dei ricoveri e dei decessi che da quelle parti, come da noi non si sta verificando”.

LEGGI ANCHE: Bassetti: “Via la mascherina ai vaccinati, segnale anche per i no-vax”

Intanto nelle ultime 24 ore al Policlinico San Martino ci sono stati “3 nuovi ricoveri di pazienti Covid (dopo giorni di assoluta calma) rispettivamente di 39, 40 e 51 anni, di cui due molto gravi. Tutti e tre sono non vaccinati. Da maggio ad oggi– fa sapere quindi Bassetti- abbiamo ricoverato in ospedale unicamente persone non vaccinate. Non mi stancherò di dirlo: non vaccinarsi equivale a mettere a rischio la propria vita e quella delle persone che abbiamo intorno. Vale per tutte le fasce di età, nessuna esclusa”.

LEGGI ANCHE: Bassetti: “Pronto un protocollo per le discoteche. Basta crocifiggere i giovani”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»