Borsellino, Saviano: “Le parole della figlia fanno risanguinare la ferita”/VIDEO

Saviano interviene nell'anniversario dell'uccisione del magistrato Paolo Borsellino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “25 anni fa la strage di via D’Amelio. Le commemorazioni a volte risuonano insopportabili. Sembrano solo forma. Ma le parole di Fiammetta Borsellino, quest’anno, sono in grado di far risanguinare la ferita“. Lo dice Roberto Saviano in un video pubblicato su facebook.

“Quando racconta dei processi farsa, fatti per depistare, per portare un successo mediatico- aggiunge-. Quando parla di isolamento. Insomma, ricordare il sacrificio di Paolo Borsellino, degli uomini e delle donne della sua scorta, significa cercare di ricordarsi che il Paese, il paese in cui avvennero quelle stragi, in cui avvenne quella strage, non e’ cambiato”.

“Le parole di Fiammetta Borsellino- sottolinea Saviano- sono parole durissime, da togliere il sonno. Il ricordo di via D’Amelio, quindi, vi invito a celebrarlo, celebrare quelle vite leggendo le sue parole e non spegnendo l’attenzione, mai…”.


LEGGI ANCHE:

Borsellino, la figlia Lucia: “Ancora senza giustizia dopo 25 anni”. Mattarella: “Troppi errori”

Strage di via d’Amelio, Grasso: “Uniti contro i rigurgiti della Mafia”

Borsellino, l’ultima lettera ai giovani di quella mattina: “Voi saprete reagire meglio di noi”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»