Autocertificazione dei crediti formativi per ingegneri: il termine è il 30 giugno 2020

Proroga del termine per presentare l’autocertificazione dei CFP per ingegneri dal 14 aprile al 30 giugno 2020
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Ormai da qualche anno gli iscritti all’albo dell’ordine professionale degli ingegneri sono soggetti all’obbligo di formazione continua che impone loro di svolgere delle attività di aggiornamento e potenziamento delle loro conoscenze e competenze professionali.
Secondo quanto stabilito dal CNI ogni ingegnere dovrà conseguire annualmente un numero di crediti formativi professionali che va da un minimo di 30 ad un massimo di 120, partecipando ad eventi formativi come convegni, seminari, corsi di formazione tenuti in aula o corsi per ingegneri online.

Tuttavia ci sono altre modalità in cui è possibile acquisire crediti formativi, ovvero tramite brevetti, pubblicazioni o commissioni, tutte attività considerate di apprendimento informale e soggette ad autocertificazione.

Quest’anno a causa della pandemia da covid-19 il Consiglio degli ingegneri ha concesso una proroga per l’effettuazione dell’attività di autocertificazione: il termine è stato spostato dal 14 aprile al 30 giugno.

La comunicazione è stata data nella circolare 538/2020 dove si legge che “considerando il perdurare dell’emergenza consentirà sia l’acquisizione dei 15 crediti formativi professionali previsti per il 2019 sia l’aggiunta di ulteriori cinque crediti maturati, sempre nel campo dell’attività professionale dimostrabile, nel primo quadrimestre 2020“.

L’autocertificazione potrà essere effettuata sulla nuova piattaforma di formazione mying.it, a cui bisognerà registrarsi poiché le credenziali con cui gli iscritti accedevano alla versione precedente della piattaforma non sono più valide dopo l’aggiornamento.

Per la procedura di registrazione dovrà essere indicata una mail valida che verrà utilizzata come username per gli accessi futuri e alla quale si riceverà il link di validazione della registrazione.

Ricordiamo che il numero di CFP per ingegneri che è possibile autocertificare in queste modalità sono massimo 15, che la loro attribuzione sarà immediata e che il 20% delle istanze di autocertificazione presentate sarà soggetto a controlli a campione.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»