VIDEO | Cinema America, nuova aggressione: vittima l’ex fidanzata del presidente Carocci

Il video dell'assalto di sabato notte
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nuova aggressione ai ragazzi del Cinema America. Ieri notte vittima è stata la ex fidanzata di Valerio Carocci, presidente dell’associazione Piccolo America, che a Roma organizza da diversi anni il cinema in piazza d’estate. Ad indagare sul caso la Digos e i Carabinieri, che hanno già individuato quattro dei ragazzi responsabili del violento assalto del 16 giugno. Sabato notte 4 ventenni sono stati picchiati vicino piazza San Cosimato, a Trastevere, perché indossavano la maglietta dell’associazione e per questo etichettati come antifascisti.

La Questura di Roma ha attivato adeguate misure di vigilanza in tutta l’area interessata dagli eventi dell’associazione Piccolo America, tese ad assicurare che le attività culturali e ricreative si svolgano in assoluta serenità.

LEGGI ANCHE Jeremy Irons con la maglietta del Cinema America dopo l’aggressione di sabato notte

RAGGI: ORA ANCHE UNA RAGAZZA, VIGLIACCHI

“Prima 4 ragazzi ‘colpevoli’ solo di indossare una maglietta, ora anche una ragazza. Che vigliacchi. Gli episodi di violenza che, come ha accertato la Digos, sono collegati a militanti di CasaPound sono vergognosi e non verranno mai tollerati in questa città. Vicini al #CinemaAmerica”. Lo scrive su twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi.

DI MAIO: UN’ALTRA AGGRESSIONE, ASSURDO

“Oggi un’altra aggressione ai ragazzi del Cinema America. A una donna, ‘colpevole’ solo di indossare una maglietta. È assurdo. Aspettiamo l’esito delle indagini ma, a prescindere dal caso in sé, ogni forma di violenza fisica o verbale va condannata senza esitazioni”. Lo scrive su twitter Luigi Di Maio.

CGIL: VICINANZA E SOLIDARIETÀ A RAGAZZA AGGREDITA

“Non passa giorno in questa città che non sia all’insegna dell’intolleranza e della violenza. L’obiettivo privilegiato, ora, sono diventati i ragazzi del Cinema America, colpiti perché antifascisti. E in questa lucida follia non si risparmia nessuno, nemmeno le donne. Esprimiamo vicinanza e solidarietà alla ragazza aggredita la scorsa notte. Le arrivi il nostro abbraccio”. Così, in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

19 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»