Sala: “Chiediamoci perché fa ancora così paura l’uomo nero”

E sui rom dice: "Anche l'Europa ci dice che i campi rom non dovrebbero esserci, ma non si può dire: cancelliamoli".
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – “I cittadini si devono chiedere perché ci spaventa così tanto l’immigrazione dall’Africa, non è stato così per gli immigrati provenienti da Filippine, Europa dell’Est, Cina”. Così il sindaco di Milano Giuseppe Sala nel corso della diretta streaming su Facebook a due anni dalla sua elezione, interpellato sul tema dell’immigrazione.

 E’ questa immigrazione dall’Africa che mette in crisi i nostri valori?

“Nessuno vuole fare il comunista a tutti i costi”, continua Sala, che stigmatizza la continua ricerca di consenso politico sul tema dell’immigrazione, e invita piuttosto i cittadini a interrogarsi profondamente sul tema. “Vivo da molto tempo a Milano e non ricordo sentimenti così negativi verso gli immigrati”, dice ancora il primo cittadino che aggiunge: “E’ l’uomo nero che spaventa? E’ questa immigrazione dall’Africa che mette in crisi i nostri valori?”. Con queste considerazioni e altri ragionamenti, precisa Sala, intendo “affrontare la questione in maniera lucida e più razionale possibile”, senza ricerca di consenso politico. “Non dico che la sinistra ha fatto tutto bene sul tema dell’immigrazione”, osserva ancora Sala auspicando un “confronto più sereno” su questi temi.

ROM. SALA: ANCHE UE DICE NO CAMPI, MA NON SI PUO’ CANCELLARLI

“Anche l’Europa ci dice che i campi rom non dovrebbero esserci, ma non si può dire: cancelliamoli”. Ad affermarlo è il sindaco di Milano Giuseppe Sala nel corso della diretta streaming odierna su Facebook in cui il primo cittadino, a due anni dalla sua elezione, risponde alle domande dei giornalisti.

“Oggi a Milano abbiamo cinque campi ufficialmente riconosciuti e la stessa Europa ci dice che non ci dovrebbero essere”, osserva Sala, che, in una prospettiva di integrazione, aggiunge: “Se qualcuno mi chiede se a tendere non ci dovrebbero essere campi rom, io dico ‘sì’, ma oggi non sono in grado di dire che soluzioni abbiamo e che cosa si può fare”.  Sala prevede comunque un’imminente azione per intervenire, “a cominciare da quegli insediamenti abusivi che danno molto fastidio alla popolazione”.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»