Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Migranti. Frasi choc di un funzionario di Polizia su Facebook, Sel: “Intervenga Alfano”

"Le sue farneticazioni- spiega l'esponente di Sel, Palazzotto- sono incompatibili con il giuramento prestato alla Repubblica italiana e alla Costituzione"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “‘Gli immigrati? Buttateli a mare’. ‘Bruciarli vivi e rimpatriarli’. ‘Mi manca Hitler’. ‘Non beccano mai una stretta parente della Boldrini o della Kyenge (beccare loro e’ impossibile, sono scortate)’. Sono alcuni dei commenti postati su facebook da un funzionario della polizia, dirigente della Polfer di Catania, la cui pagina ora e’ chiusa.

polfer_offese_razziste

I post sono visibili sul sito del giornale locale online http://catania.meridionews.it“. E’ quanto denuncia il deputato siciliano di Sinistra Ecologia Liberta’, Erasmo Palazzotto, che aggiunge: “Che un funzionario della Polizia di Stato si esprima in questo modo vergognoso e’ inammissibile: sono inaccettabili i toni, gli argomenti, le minacce, le offese razziste e gli insulti alle Istituzioni del nostro Paese, a partire dalla Presidente della Camera”.

“Le sue farneticazioni- prosegue l’esponente di Sel- sono incompatibili con il giuramento prestato alla Repubblica italiana e alla Costituzione. Ci aspettiamo a questo punto che il Capo della Polizia e il ministro dell’interno chiariscano e ci dicano quali atti abbiano intrapreso. In caso contrario, pronti a portare la vicenda in Parlamento nelle prossime ore”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»