hamburger menu

Ruscelli e mucche: ecco la ‘campagna sonora’ della Valle d’Aosta per lanciare l’estate

Ideatore della campagna sonora è Max Casacci, produttore, chitarrista e fondatore dei Subsonica

COURMAYER (AOSTA) – Lo scrosciare del ruscello, i campanacci delle mucche, il ritmo quieto del bosco. Courmayeur è la prima località di montagna ad aver scelto una campagna sonora per inaugurare la stagione estiva ai piedi del Monte Bianco. Lo fa riportando al primo posto il senso dell’udito, in un’epoca in cui dominano le immagini. Ideatore della campagna sonora è Max Casacci, produttore, chitarrista e fondatore dei Subsonica. Vero artigiano e creatore di ‘ecosistemi sonori’, Casacci ha composto senza l’utilizzo di strumenti musicali una mini soundtrack con piccole tracce audio, lasciandosi ispirare dalla sinfonia della montagna: con “Acqua e Roccia” si ascoltano un ruscello e le sue gocce d’acqua imprigionate immergendo nell’acqua un microfono da immersione, con “BoscoDisco” si è catturati dal beat ottenuto percuotendo un ramo contro la corteccia, accompagnati dal corvo imperiale, il picchio nero, il fringuello alpino e il merlo acquaiolo, mentre in “Paglia e Fieno” si percepisce il calore della stalla scandito dal ritmo della paglia e del fieno e dalle campane e campanacci che regalano un’atmosfera di festa.

Infine, in Courmayeur “A Mountain City Song” gli ambienti precedenti si fondono per dare vita a un viaggio sonoro tutto da ballare, che racconta la vita di Courmayeur, una piccola città di montagna. “È stata una bella sfida- afferma Max Casacci- lavorare con i suoni della montagna per restituirne, senza l’utilizzo di strumenti, un’idea musicale che invogliasse a considerare boschi, prati, rocce, ruscelli non esclusivamente luoghi di silenzio e ritiro, ma scenari dinamici e appassionanti. Mi ha divertito l’idea di un bosco-disco nel quale piante e creature si divertono di nascosto a fare festa, ballando”.

Gli fa eco Raffaella Scalisi, direttrice generale del Csc di Courmayeur: “Siamo felici di essere la prima località montana a puntare anche sulla potenza del suono per stimolare l’immaginazione e raggiungere le persone in modo multisensoriale. Lavorando con Max Casacci, che ha catturato i suoni del nostro territorio, siamo riusciti a creare un’esperienza musicale inedita e unica, come è unica la vacanza a Courmayeur”.

Un singolo visual che raffigura la Val Veny e le Pyramides Calcaires -uno dei luoghi simbolo dell’estate a Courmayeur- accompagnerà la campagna, che sarà distribuita sui canali online e offline, dai social alle Adv Print fino a Spotify, mentre nelle vie centrali di Milano e Napoli andrà in scena uno speciale guerrilla marketing che permetterà di ascoltare la soundtrack con elementi calpestabili.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-07T18:58:44+02:00