Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Vitalizio a Formigoni, ira M5s. Di Maio: “Decisione riprovevole”, Azzolina: “Come scatarrare sui cittadini onesti”

azzolina formigoni
L'attacco del ministro degli Esteri e dell'ex ministra della suola dopo il voto di ieri del Consiglio di Garanzia del Senato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ieri l’organo di secondo grado di giustizia interna del Senato ha confermato la riassegnazione del vitalizio a Formigoni, nonostante la condanna definitiva per corruzione. Da non crederci, ma è successo davvero“. Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

In quest’organo non siedono componenti del MoVimento 5 Stelle, e con il voto a favore di Lega e Forza Italia hanno di fatto assecondato il superamento della delibera che impediva ai condannati per reati gravi di percepire il vitalizio. Tra questi reati c’era appunto quello di corruzione. Lasciatemelo dire: è riprovevole. Se poi consideriamo le difficoltà attuali di famiglie, imprenditori, autonomi, lavoratori a causa degli effetti della pandemia, ciò è ancora più grave. Così la politica si dimostra davvero fuori dal mondo. Mi appello a tutte le forze politiche: non facciamo passare sotto silenzio quanto accaduto. Tutti dimostrino coerenza e responsabilità”.

Questa mattinata era stata invece l’ex ministra della Scuola Lucia Azzolina a commentare su twitter la decisione del Consiglio di Garanzia del Senato di confermare il vitalizio a Roberto Formigoni: “Come scatarrare sui cittadini onesti…”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»