Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Manzini legge in anteprima l’ultimo romanzo del commissario Montalbano

'Riccardino' è un romanzo scritto da Andrea Camilleri quando aveva 80 anni. Lo scrittore ha sempre desiderato che uscisse postumo. Presto arriverà in libreria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – In vista della pubblicazione di ‘Riccardino‘, il libro finale del commissario Montalbano, l’anteprima del primo capitolo del romanzo. A prestare la voce, lo scrittore, e allievo e amico di Andrea Camilleri, Antonio Manzini. “A luglio è un anno che è morto Andrea- dice Manzini – e presto ‘Riccardino’ sarà in tutte le librerie“.

Camilleri all’editrice Elvira Sellerio, che sarebbe diventata sua amica, aveva dato quello che dovrebbe essere il suo ultimo Montalbano, scritto a 80 anni: “Lei lo mise in un cassetto della casa editrice e da qui è nata la leggenda che fosse in cassaforte. Ora lo ho rivisto, si chiama ‘Riccardino'”, aveva raccontato lo scrittore siciliano a ‘Più libri più liberi’ nel 2017.

Montalbano, in questo romanzo, come aveva detto lo stesso Camilleri, “ha problemi con l’attore Luca Zingaretti, diventato più noto di lui. Il commissario arriva sul luogo di un delitto e un gruppetto di curiosi grida: “Talè! Talè! ‘U commissariu arrivò!” “Montalbano è!” “Cu? Montalbanu? Chiddru di la televisioni?” “No, chiddru veru“. E a lui gli girano le scatole. Così comincia una sfida con il suo alter ego, una sfida a perdere, perché si sente sempre più diviso”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»