Genitori gridano “negro di merda” a cestista di 13 anni

Lo ha reso noto la mamma, che dice: "Me lo aspettavo. Lo temevo". E' successo a Milano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Lo sapevo. Me lo aspettavo. Lo temevo. È successo. Un bel pomeriggio di sport, un torneo di basket tra ragazzini di 13 anni e i genitori dagli spalti urlano ‘negro di merda’ a Giacomo. Non ho parole e quel che è peggio non ne ho neanche da dire a lui”. Lo denuncia Rita Aicardi, mamma di un giovanissimo cestista, con un post su facebook co.

“Mio figlio è stato adottato in Etiopia. È italiano dalla pelle nera. Vorrei ringraziare quei genitori che dagli spalti gli hanno urlato ‘negro di merda’. Complimenti. Evviva lo sport”, ha aggiunto Aicardi.

In seguito all’episodio la società ASD Tigers che ospitava l’incontro ha condannato e si e’ dissociata “completamente ed in maniera netta dall’accaduto. Da sempre lottiamo contro ogni episodio di discriminazione di ogni forma e tipo e continueremo a farlo fino a quando episodi come questo non esisteranno più. Oltre che insegnare le fondamenta del basket, l’essere squadra e il rispetto per gli altri sono alla base della nostra attività giornaliera e di questo ne saremo sempre fieri. Faremo in modo di avere più chiarezza sull’accaduto”, hanno reso noto su facebook.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

19 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»