“Bevi o muori”, pubblicità shock davanti ai licei bergamaschi

La segnalazione riportata dal profilo Facebook di Selvaggia Lucarelli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – “Drink or Die”. Letteralmente, “Bevi o Muori“. Questo l’annuncio di un locale bergamasco, il Vibe, per una serata dedicata ai giovani e dal titolo “alcolisti senza frontiere“. Lo slogan è stato coniato per quello che dovrebbe essere un “Erasmus Party” e che invece a quanto segnalato dal profilo Facebook della giornalista Selvaggia Lucarelli viene sponsorizzato tramite volantinaggio anche davanti alle scuole superiori di Bergamo. Diverse le segnalazioni giunte da alcuni genitori di ragazzi minorenni che con l’Erasmus c’entrano poco.

“Stamattina i pr del locale erano fuori dalle scuole di Bergamo a distribuire i volantini dell’evento ai ragazzini di 14 anni”, scrive Lucarelli, citando come esempio l’Itis Paleocapa. Nel volantino viene indicato anche il prezzo stracciato a cui si potranno bere cocktail (2 euro), mentre viene anche spiegato in calce come sia possibile partecipare alla serata tramite tesseramento.

Il problema è dunque la somministrazione di alcolici vietata ai minori, anche se a quanto riferito indirettamente dagli organizzatori e confermato da chi difende il locale, il circolo Vibe è privato e “fa entrare solo maggiorenni”. Resta però da capire perché il volantino venga distribuito anche davanti alle scuole superiori frequentate in massima parte da minorenni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»