Post bilancio, Doria: “Voto Grillo non fondamentale, lui libero”

GENOVA - "Il voto del consigliere Grillo non
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

genova

GENOVA – “Il voto del consigliere Grillo non è stato determinante“. Così il sindaco di Genova, Marco Doria, prova a sgomberare definitivamente il campo dalle polemiche, dopo la votazione del bilancio previsionale ieri in Consiglio comunale. Nel corso del nuovo appuntamento in diretta Facebook su Repubblica Genova, questa mattina il primo cittadino ha definito quello del rappresentante di Forza Italia “un voto trasparente, pulito. Rispetto profondamente questo atteggiamento perché è un atteggiamento di una persona libera che, senza avere niente in cambio, giudica in maniera positiva un bilancio e, da cittadino libero esprime, la sua valutazione”.

Per rinforzare il concetto il sindaco sottolinea che ieri “non è accaduto quello che anche lo stesso Toti dovrebbe ricordare” ovvero “parlamentari che sono stati comprati dal governo Berlusconi per dare la fiducia a un esecutivo che altrimenti non sarebbe nemmeno esistito in certi passaggi politici della nostra storia recente”.

di Simone D’Ambrosio, giornalista

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»