A Bassano del Grappa le aziende ‘adottano’ gli studenti

cappeller bassano del grappa
Nel prossimo anno scolastico Cappeller spa adotterà i primi due ragazzi, che saranno seguiti per un triennio: "Ci assumiamo l'onere della loro formazione con la speranza di accompagnarli ad un lavoro altamente qualificato su cui potranno basare il proprio futuro" spiega l'amministratrice delegata dell'azienda
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA -Per l’Iis Scotton di Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, il prossimo anno scolastico segnerà l’inizio dell’iniziativa ‘L’azienda adotta uno studente‘. Si tratta di una sorta di borsa di studio che consentirà alle aziende aderenti di creare un rapporto di collaborazione e di fiducia con studenti scelti per merito scolastico e attinenza geografica, dal terzo al quinto anno di insegnamento. L’azienda si assumerà le spese di trasporto, acquisto di libri di testo e spese varie, garantendo allo studente occasioni di alternanza scuola-lavoro e di formazione, con lo scopo di traghettarlo dai banchi di scuola al posto di lavoro. Il tutto senza imporre alcun vincolo rispetto ad una futura occupazione.

Capofila dell’iniziativa è l’azienda Cappeller di Cartigliano, ma presto anche altre imprese del distretto dovrebbero essere coinvolte. “Questa iniziativa nasce da un grande senso di responsabilità sociale. È molto più di una borsa di studio: è un’iniziativa di mecenatismo contemporaneo volta a creare fidelizzazione tra gli studenti e le imprese, passando dalla scuola”, commenta l’assessore regionale a Istruzione, Formazione e Lavoro, Elena Donazzan, oggi a Bassano per la presentazione dell’iniziativa. “Progetti come questo rappresentano un importante meccanismo di collaborazione e condivisione tra la scuola ed il territorio: con il mio assessorato andremo a sostenere nell’ambito della prossima programmazione comunitaria analoghe iniziative di contrasto alla dispersione scolastica”, conclude Donazzan.

“Questo progetto è nato prima del Covid e ha avuto la forza di resistere alle difficoltà che il Covid ha introdotto”, aggiunge Ilenia Cappeller, amministratrice delegata della Cappeller. “Da anni, con mio fratello Alessandro, riscontro particolare difficoltà nel reperire lavoratori con i profili richiesti dalla nostra azienda che opera con successo nella produzione di minuteria metallica per i settori dell’automotive, dell’elettrico e dell’elettrodomestico. Il calo demografico e l’eccessiva licealizzazione preoccupano le aziende come la nostra, che sul mercato non riescono più a reperire determinate competenze tecniche e professionali senza le quali non è possibile affrontare una pianificazione futura di crescita e fatturato”.

Nel prossimo anno scolastico Cappeller spa adotterà i primi due studenti, che saranno seguiti per un triennio. “Ci assumiamo l’onere della loro formazione con la speranza di accompagnarli ad un lavoro altamente qualificato su cui potranno basare il proprio futuro”, conclude Cappeller.

LEGGI ANCHE: La Reyer dona a Venezia una maglia speciale dedicata ai 1.600 anni dalla fondazione

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»