Russia, Navalny trasferito in un ospedale penitenziario

Navalny, alla terza settimana di sciopero della fame, avrebbe ora accettato, di comune accordo, “di cominciare una terapia vitaminica”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Alessio Pisanò

BRUXELLES – L’oppositore politico russo Alexei Navalny sarà trasferito in un ospedale per detenuti, a 180 chilometri ad est di Mosca, a Vladimir. La notizia del trasferimento è stata annunciata questa mattina dal Servizio penitenziario federale russo (Fsni), dopo che la portavoce di Navalny ha dichiarato, nei giorni scorsi, che le sue condizioni di salute si stanno deteriorando e che potrebbe essere in pericolo di vita.

Il detenuto, alla terza settimana di sciopero della fame, avrebbe ora accettato, di comune accordo, “di cominciare una terapia vitaminica”, si legge nel comunicato del Fsni. Le sue condizioni, secondo quanto riferito, “sono soddisfacenti”.

LEGGI ANCHE: Russia, l’appello di Più Europa: “Navalny sta morendo, Ue intervenga”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»