Di Battista contro il Mes e filo-cinese, Calenda: “Suo intervento pieno di imbecillità”

"Occorre lavorare per costruire un vero Governo di unita’ nazionale"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “L’intervento di Alessandro Di Battista su Il Fatto Quotidiano oltre a essere pieno di imbecillita’ e’ un ulteriore segnale dell’impossibilita’ di governare un passaggio drammatico per l’Italia con questa maggioranza. Occorre lavorare per costruire un vero Governo di unita’ nazionale, con politici e personalita’ ‘di area’ – meno conflittuali – dell’arco costituzionale. Senza segretari di partito e con un Presidente del Consiglio accettato da tutte le forze politiche. Non vedo alternative”. Lo scrive su facebook Carlo Calenda, leader di Azione.

Di Battista a Il Il Fatto Quotidiano ha dichiarato: “Senza l’Italia l’Ue si scioglierebbe come neve al sole. Poi un rapporto privilegiato con Pechino che, piaccia o non piaccia è anche merito del lavoro di Di Maio ministro dello Sviluppo economico prima e degli Esteri poi. E la Cina, ed è paradossale essendo stato il primo paese colpito dal COVID-19, uscirà meglio di chiunque altro da questa crisi. La Cina ha utilizzato al meglio il soft-power, è riuscita a trasformare la sua immagine da untore ad alleato nel momento del bisogno. Salvini e Meloni denigrano la Cina perché credono ancora che per sedersi a Palazzo Chigi sia necessario baciare pantofole a Washington ma il mondo sta cambiando e la geopolitica, nei prossimi mesi, subirà enormi mutamenti. La Cina vincerà la terza guerra mondiale senza sparare un colpo e l’Italia può mettere sul piatto delle contrattazioni europei tale relazione”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»