Tar del Lazio annulla l’elezione di Tagliavanti a presidente della Camera di commercio di Roma

Il ricorso, accolto "nei limiti e nei termini di cui in motivazione", era stato presentato da Unindustria, Acer Roma e Confcommercio di Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lorenzo Tagliavanti

ROMA  –  Il Tar del Lazio con una sentenza pubblicata oggi “dichiara nulla” la deliberazione numero 3 del Consiglio della Camera di commercio di Roma dello scorso 11 agosto con cui il consigliere della Cciaa, Lorenzo Tagliavanti, è stato eletto alla carica di presidente.

Il ricorso, accolto “nei limiti e nei termini di cui in motivazione”, era stato presentato da Unindustria, Acer Roma e Confcommercio di Roma. La terza sezione ter del Tribunale amministrativo ha accolto il ricorso ritenendo “fondato” il motivo per cui Tagliavanti, secondo i ricorrenti, non poteva essere eletto presidente della Camera di commercio di Roma, come sancito dall’art. 4 del dlgs. 39/2013, secondo cui “non possono essere conferiti gli incarichi di amministratore di ente pubblico, di livello nazionale, regionale, locale a coloro che, nei due anni precedenti, abbiano svolto incarichi e ricoperto cariche in enti di diritto privato o finanziati dall’amministrazione o dall’ente pubblico che conferisce l’incarico”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»