Il presidente di Federfarma Roma: “Sono il farmacista più rapinato d’Italia” VIDEO

A Torrevecchia 28 rapine in quattro anni. Attualmente a Roma e provincia ci sono 500 telecamere per garantire la sicurezza dei cittadini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Sono tra i farmacisti più rapinati d’Italia: nella mia farmacia, a Torrevecchia, ho subito 28 rapine in quattro anni, quattro rapine in 13 giorni e anche due rapine in due ore”. A raccontarlo ai giornalisti è Vittorio Contarina, presidente di Federfarama Roma, a margine di un evento dedicato alla violenza sulle donne che si è svolto oggi presso il ministero della Salute. “Fortunatamente- ha proseguito- adesso la situazione si è un po’ tranquillizzata, anche grazie all’installazione di telecamere allarmate dentro e fuori la farmacia collegate direttamente con la Questura”. E grazie ad un accordo tra Federfarma nazionale e il ministero dell’Interno ora le telecamere sono a disposizione della sicurezza non solo dei farmacisti, ma di tutti i cittadini. Ha spiegato infatti Contarina: “Grazie a questo accordo abbiamo avuto una deroga per l’uso delle telecamere che possono essere utilizzate dalle farmacie per uso info-investigativo, non solo come vorrebbe la norma dettata dal Garante della Privacy dall’alto verso il basso all’entrata del negozio, ma anche puntate verso la strada quindi verso l’esterno, proprio come deterrente. Le immagini riprese sono quindi a disposizione di polizia e carabinieri non solo per i reati perpetrati contro le farmacie, ma a disposizione di tutta la cittadinanza”.

Attualmente le telecamere nelle farmacie di Roma e provincia sono “circa 500 e fungono un po’ da sentinelle- ha aggiunto il presidente di Federfarma Roma- per monitorare quello che accade nelle strade della città. Tutto è messo a disposizione dai farmacisti e, ancora una volta, le farmacie sono a fianco delle persone più deboli- ha concluso Contarina- con un ruolo molto importante nel sociale”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»