La Maddalena esce dalla zona rossa dopo tre settimane

sardegna_La_Maddalena_arcipelago
Il sindaco Fabio Lai comunica con un video sui social l'ingresso in zona bianca "ma non vuol dire liberi tutti, dobbiamo attenerci scrupolosamente alle disposizioni"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – Dopo tre settimane, La Maddalena esce dalla zona rossa. Lo comunica il sindaco, Fabio Lai, con un video pubblicato su Facebook, nel quale il primo cittadino ha reso noti gli ultimi numeri sul contagio nell’isola, forniti dall’Igiene pubblica: “I guariti sono 21, i ricoverati scendono a quattro, i positivi sono ora 78, con un incremento di 11 nuovi casi- spiega il sindaco-. I positivi, sono tutti in quarantena e tracciati, un dato, questo, molto importante. Numeri alla mano i dati sono sotto l’indice previsto per continuare la zona rossa, pertanto da oggi La Maddalena entra in zona bianca”.

Questo, avverte Lai, “non vuol dire ‘liberi tutti’, anche la zona bianca ha prescrizioni da rispettare, proprio per per evitare di tornare in zona rossa. Ci dobbiamo attenere scrupolosamente alle disposizioni contenute nell’ordinanza regionale numero otto, non voglio rischiare di compromettere la stagione. Comunico quindi fin da ora che i controlli continueranno a essere inflessibili. I titolari delle attività commerciali dovranno essere le prime ‘sentinelle’ e far rispettare le prescrizioni. La durata della zona bianca dipenderà dai comportamenti di tutti noi”.

LEGGI ANCHE: Covid, no arrivi nelle seconde case: la Sardegna si blinda

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»