Roma, Calenda: “Coordinamento con Letta, ma non butto sei mesi di lavoro”

carlo calenda
"Per ora siamo solo io e Raggi in splendida solitudine a fare questo lavoro su Roma", ha detto il leader di Azione e candidato sindaco di Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Se sono disposto a ritirare la mia candidatura a sindaco di Roma? Non c’è nessun altro che si è detto disponibile, è un discorso surreale. Da ottobre lavoro sulla città cercando di capire come risolvere i mille problemi che ci sono, e intanto sento che è pronto a candidarsi Tizio o Caio. Per ora siamo solo io e Raggi in splendida solitudine a fare questo lavoro su Roma”. Lo ha detto il leader di Azione e candidato sindaco di Roma, Carlo Calenda, intervenendo in diretta a ‘Oggi è un altro giorno‘, in onda su Rai1.

“Io sono pronto a discutere, non c’è ovviamente nessuna questione personale. Con Enrico Letta ho iniziato la mia esperienza politica, ne abbiamo parlato e continueremo a parlarne: abbiamo detto di non fare strappi e di coordinarci, ma ci sto lavorando intensamente da sei mesi e prendere questo lavoro e buttarlo mi farebbe un po’ dispiacere”, ha concluso Calenda.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»