Regione Veneto valuta stop alle seconde case per chi arriva da fuori

luca zaia
"Stiamo soppesando la decisione mille volte perché per noi i nostri ospiti sono sacri e se uno ha una seconda casa in Veneto vuol dire che lo ama" ha spiegato il governatore Luca Zaia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – La Regione Veneto sta valutando la possibilità di emettere un’ordinanza per vietare a chi vive in un’altra Regione di raggiungere la seconda casa in territorio veneto. Lo spiega il presidente della Regione Luca Zaia, rispondendo alle domande dei giornalisti oggi in conferenza stampa dalla sede della Protezione civile regionale. “Stiamo soppesando la decisione mille volte perché per noi i nostri ospiti sono sacri e se uno ha una seconda casa in Veneto vuol dire che lo ama”, afferma Zaia. “Vedremo, anche il dipartimento prevenzione sta valutando la decisione, con molta lucidità”. Lo stop riguarderebbe in ogni caso gli spostamenti da altre Regioni e non gli spostamenti verso le seconde case da un Comune veneto all’altro.

LEGGI ANCHE: Venezia, accordo tra Comune ed Enac: merci e cittadini viaggeranno sui droni

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»