Coronavirus, i presidi: “Giusto tenere scuole chiuse, l’anno finirà a data solita”

Per il presidente dell'associazione nazionale presidi, è "molto poco attuabile" l'ipotesi di far finire l'anno scolastico dopo la data prevista
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – L’ulteriore proroga della chiusura delle scuole, annunciata dalla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, “è stata accolta come una medicina che non piace a nessuno ma che che va comunque presa. Continueremo questi ‘arresti domiciliari’ forzati con una consapevolezza: ogni giorno che passa la didattica a distanza va rafforzandosi sempre di più”. Così all’agenzia Dire il presidente dell’Associazione nazionale Presidi, Antonello Giannelli.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Azzolina: “Impossibile avere data per riapertura scuole”

“Stiamo portando avanti questo enorme esperimento di massa con grande impegno da parte di tutti- ha aggiunto il presidente Anp- non è facile i primi risultati già iniziano a vedersi”. Per quanto riguarda un eventuale slittamento della chiusura dell’anno scolastico Giannelli è categorico: “Al di là della riuscita o meno della didattica a distanza, l’ipotesi di far finire l’anno dopo la data prevista la vedo molto poco attuabile“.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, a Bologna 4 ore di lezione ogni mattina e libri online

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»