fbpx

Tg Pediatria, edizione del 19 marzo 2020

CORONAVIRUS, AGOSTINIANI (SIP): IN ITALIA CIRCA 200 BAMBINI POSITIVI

“In tutta Italia circa 200 bambini sono positivi al Covid-19. Per fortuna il numero complessivo dei minori contagiati resta relativamente basso e presenta una sintomatologia lieve, tuttavia è evidente una criticità”. Parla il vicepresidente della Sip, Rino Agostiniani. In qualità di primario del reparto di Pediatria dell’Ospedale San Jacopo di Pistoia punta l’attenzione sul livello di organizzazione delle strutture e chiede una piena attuazione del decreto del 9 marzo: “L’articolo 8 prevede l’istituzione ‘entro dieci giorni dall’entrata in vigore del presente decreto di un’unità speciale ogni 50.000 abitanti per la gestione domiciliare dei pazienti affetti da Covid-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero’. Aspettiamo fiduciosi questa istituzione”, conclude.

CORONAVIRUS, PEDIATRA MAMMA: CI PROTEGGIAMO MA DENTRO C’È PAURA

“Come pediatri stiamo vivendo un momento drammatico, ma tutti i medici italiani sono impegnati in prima linea nella lotta contro il Coronavirus. Se lo sforzo è da parte di tutta la classe medica, degli operatori sanitari e degli infermieri, devo dire che chi oltre a essere medico è anche mamma si trova in una posizione ancora più difficile”. Lancia un messaggio forte e chiaro Elena Bozzola, segretario nazionale della Sip, che in un video racconta qual è la condizione di una pediatra ‘mamma’.

DAGLI USA ECCO IL GIOCO PER INCENTIVARE BAMBINI A LAVARSI MANI

Non vanno terrorizzati né va loro amplificata la portata dell’emergenza, non serve gettarli nel panico. Queste le direttive degli psicologi rivolte al mondo dei più piccoli in un’Italia in piena emergenza da Covid-19. Dall’America, intanto, arrivano i rinforzi: un gioco, un esperimento fai-da-te da fare con i bambini in casa, per intrattenerli in questi giorni, ma al contempo dimostrargli visivamente l’importanza di lavarsi le mani ai tempi del Coronavirus. Ecco l’esperimento in 49 secondi.

LE RIVISTE PEDIATRICHE SONO UNITE CONTRO LE FAKE NEWS

“Vogliamo portare avanti una lotta contro le fake news in campo medico e in campo pediatrico”. Lo ha dichiarato alla Dire Generoso Andria, professore ordinario di Pediatria dell’Università Federico II di Napoli (Unina), al 75esimo congresso italiano della Società italiana di pediatria (Sip) dove è stata lanciata l’iniziativa a tutti i direttori di riviste che trattano la salute di bambine e bambini.

FEBBRE, PEDIATRA: SE PERSISTE ANALISI MIRATE DOPO 1 SETTIMANA

“I genitori devono cominciare a preoccuparsi se una febbre, che non ha una causa, duri più di una settimana nonostante un’adeguata terapia antibiotica. In quel caso è necessario cominciare ad effettuare gli accertamenti di secondo livello”. A dichiararlo è Antonella Insalaco, pediatra reumatologo dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma (Opbg), che entra nel dettaglio della sintomatologia della febbre persistente nella forma virale e batteriologica.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

19 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»