Sardegna, Zoffili (Lega): “Prossimo sindaco di Cagliari? Anche noi abbiamo un nome”

Eugenio Zòffili, deputato e commissario della Lega in Sardegna, intervistato dalla Dire
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI. ZÒFFILI (LEGA): NUOVO SINDACO? ANCHE NOI ABBIAMO NOME

Tra pochi mesi si voterà anche per il nuovo sindaco di Cagliari. Si replicherà l’alleanza di centrodestra che ha vinto in Regione? “Vedremo, stiamo parlando- risponde Eugenio Zòffili, deputato e commissario della Lega in Sardegna, intervistato dalla Dire- ci sono tanti comuni che vanno al voto e ce ne sono cinque sopra i 15mila abitanti. Noi ci saremo, la Lega ci sarà. Stiamo parlando in primo luogo con il Partito Sardo d’Azione e anche con gli alleati. Per il momento la Lega con la sua squadra sta costruendo la squadra di candidati consiglieri comunali. Se parliamo di Cagliari, noi ci siamo e siamo anche in grado di esprimere un validissimo candidato sindaco. Ci confrontiamo con Forza Italia e con Fratelli d’Italia e anche con le altre componenti che hanno condiviso con noi questo percorso e questo progetto per andare a governare finalmente in modo adeguato la regione Sardegna”, chiude Zòffili.

SARDEGNA. ZOFFILI (LEGA): ANCORA MANCA RISULTATO DEFINITIVO ELEZIONI

“Ribadiamo una preoccupazione forte che abbiamo in questo momento: si è votato il 24 di febbraio e ad oggi, è il 19 marzo, ancora non è arrivato il risultato definitivo delle elezioni. Quindi anche la Lega non sa quanti consiglieri regionali ha eletto”. Così Eugenio Zòffili, deputato della Lega e Commissario del partito in Sardegna, intervistato dall’agenzia Dire.

“Abbiamo un presidente, Christian Solinas, senatore uscente, che ancora non è stato proclamato e abbiamo una regione, la Sardegna, che purtroppo ha tantissimi problemi ed è ferma a livello amministrativo”, sottolinea il deputato della Lega.
Tanto piu’ nel caso di una regione autonoma, prosegue Zòffili “è possibile immaginare quanto sia dannosa per i cittadini sardi, ma anche per tutto il Paese, questa situazione. Quindi noi speriamo che possa arrivare presto il risultato definitivo del voto, che i consiglieri regionali possono essere proclamati, che l’assemblea legislativa possa iniziare a lavorare e che il suo esecutivo, la giunta, possa essere nominata”.

Quanto agli assessori “in giro c’è un sacco di totogiunte che stanno appassionando i colleghi in Sardegna e per quanto ci riguarda siamo fermi. Sceglieremo gli assessori nel momento in cui avremo un quadro definito”, risponde Zòffili.

SARDEGNA. ZÒFFILI (LEGA): MAI DEPOSITO DELLE SCORIE NUCLEARI

Si sta discutendo del nuovo deposito di scorie nucleari e la Sardegna sembra la miglior candidata… “Su questo tema il ministro dell’Interno e leader della Lega, Matteo Salvini, è intervenuto proprio l’altro giorno smentendo e dichiarando che la Sardegna non sarà la discarica del Paese rispetto alle scorie del nucleare. Quindi noi vogliamo tutelarla con la nostra squadra di consiglieri, con il nostro governatore e con il nostro movimento. La vogliamo promuovere sotto il profilo turistico perché la Sardegna non è bella solo nei mesi estivi. E non c’è solo la Costa Smeralda”.

SARDEGNA. ZÒFFILI (LEGA): PRIMO TEMA? RIFORMA DELLA SANITÀ

Il primo tema su cui la Lega insisterà appena sarà nominato il nuovo governo della Regione Sardegna? “Assolutamente la sanità”, risponde Eugenio Zòffili, deputato e commissario della Lega in Sardegna intervistato dalla Dire.

“Abbiamo visto un’ambulanza bruciata, episodi di malasanità… Quando prendo quei pochi aerei di scambio che ci sono tra Sardegna e continente spesso sono accompagnato da sardi che purtroppo si devono recare a Roma o a Milano o in altri presidi ospedalieri per curare i propri malanni”, sottolinea il deputato della Lega, e aggiunge: “Perché non trovano soddisfazione e cura adeguata in Sardegna, e non per colpa dei medici o degli infermieri o di tutti gli operatori che lavorano negli ospedali, ma purtroppo per colpa di chi ha amministrato la sanità finora in Sardegna. E su questo noi vogliamo veramente rimboccarci le maniche e lavorare”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»