Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Asl di Latina, Casati investe oltre 30mila euro in pubblicità ma sui servizi siamo all’anno zero

Il direttore generale della Asl di Latina, Giorgio Casati, vuole far crescere l’azienda sanitaria pontina all’insegna della comunicazione e della informazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Una mission a cui Casati tiene molto, anzi, moltissimo.

Tanto da metterla, nero su bianco, su una deliberazione del 20 febbraio 2019, pubblicata il 6 marzo di quest’anno, sull’albo pretorio dell’Ente.

Nell’atto si cita testualmente che, dal 2017, si è proceduto a riorganizzare le attività di comunicazione istituzionale.

Tra queste “lo sviluppo di collaborazioni editoriali e pubbliredazionali con quotidiani che vantano un ottimo posizionamento per reputazione o capacità di penetrazione sul mercato locale e/o sovra regionale, permettendo l’organizzazione di relazionarsi al meglio con i propri stakeholder, aumentando l’affidabilità dell’Ente e il rilancio della propria immagine”.

Tra i temi di maggior diffusione ci sono i nuovi sistemi sanitari e la riorganizzazionedei servizi sul territorio.

La prevenzione e il contrasto ai fenomeni di inquinamento ambientale a tutela della salute dei cittadini.

La revisione dei processi di assistenza, riqualificazione strutturale.

L’eccellenza nazionale di città “cardioprotetta” nonché campagne di informazione mirate alla diffusione dell’esistenza di defibrillatori nei punti cruciali del capoluogo.

Il tutto alla modica cifra di 27mila euro che, sommati all’Iva al 22%, fanno 32.940,00 euro.

E, si specifica, nella delibera, senza scostamenti sfavorevoli dal budget economico.

Tutto legittimo, per carità, soprattutto quando si parla di una Asl su cui pendono, tanti, troppi, buchi neri proprio sul piano dei servizi.

La strategia di Casati è probabilmente mirata a dare una visione iper efficiente e positiva dell’azienda senza, però, andare a toccare quelle che sono e restano criticitàirrisolte.

E pensare che la notorietà, derivante proprio in queste ore grazie al servizio di Striscia la Notizia, è stata gratis.

Sono arrivate le telecamere ed hanno raccontato in pochi minuti di girato quella che è la vera, incontestabile, situazione in cui gli ospedali pontini, a partire dal Santa Maria Goretti di Latina, versano.

E’ bastato questo e la Asl di Latina, compreso il direttore generale Giorgio Casati, sono finiti alla ribalta non provinciale o regionale ma nazionale.

I cittadini possono anche leggere delle grandi e buone attività, che comunque ci sono, ad opera della Asl di Latina.

Ma, ogni giorno, scontrandosi con i disservizi fatti di liste di attesa lunghissime, prenotazioni chiuse, pronto soccorso in emergenza costante e mancanza di una rete assistenziale territoriale efficiente la bella immagine si frantuma in mille pezzi.

Da https://www.latinaquotidiano.it/

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»