VIDEO | Cultura, Papa Francesco nomina nuovi membri della Pontificia Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon

Ravasi: "Fede e arte hanno creato capolavori"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Santiago Calatrava, per la Classe degli Architetti, Marco Tirelli, per la Classe dei Pittori e Cineasti, Elisabetta Benassi e Giuseppe Penone, per la Classe degli Scultori, Alessandro D’Avenia, Andrea Moro, Antonio Spadaro, per la Classe dei Letterati e Poeti. Sono questi i nuovi membri della Pontificia Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon, scelti da Papa Francesco, presentati questa mattina in una conferenza stampa nella sala capitolare del convento di Santa Maria sopra Minerva a Roma.

A questi si aggiungono Raul Berzosa, Jordi Bonet i Armengol, Liliana Cavani, Adam Kisleghi Nagy, Paolo Portoghesi, Aleksandr Nikolaevic Sokurov, scelti invece come accademici ad honorem dall’Adunanza generale dell’Accademia.



 

Le nomine contribuiscono ad aggiornare e a ridefinire il profilo culturale dell’Accademia e conferiscono un più forte impulso al nuovo indirizzo intrapreso dall’Accademia stessa che pone al centro della propria attività il rinnovamento della creatività artistica attraverso le attività e il lavoro sviluppato dai suoi associati. Alla conferenza stampa di questa mattina, presieduta dal cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e del Consiglio di coordinamento delle Pontificie Accademie, insieme al presidente dell’Accademia Pio Baldi, seguirà nel pomeriggio una messa solenne all’interno del Pantheon e al termine saranno ufficialmente consegnate le nomine ai nuovi membri, che faranno, accolti dagli altri componenti, il loro ingresso in Accademia.

ACCADEMIA PONTIFICIA, RAVASI: FEDE E ARTE HANNO CREATO CAPOLAVORI

La ricerca, il rapporto tra fede e arte, il dialogo con il presente. Sono le tre caratteristiche che definiscono la Pontificia Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon e i suoi membri. A illustrarle questa mattina a Roma è stato il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e del Consiglio di coordinamento delle Pontificie Accademie, in occasione della conferenza stampa di annuncio dell’ingresso di nuovi membri nell’Accademia.

“Il primo aspetto, fondamentale, è quello della ricerca artistica in tutte le sue espressioni- ha sottolineato- In secondo luogo il rapporto tra fede e arte, la possibilità di riconoscere che per secoli sono state sorelle fra di loro creando dei capolavori che oggi popolano le nostre accademie, le nostre pinacoteche e naturalmente le nostre chiese. Terza e ultima caratteristica è quella di dialogare con il presente, con il mondo attuale che ormai ha consumato un divorzio tra fede e arte, che però può ancora ritornare a intrecciare tra di loro la spiritualità e la ricerca artistica simbolica”.

Alla conferenza stampa di questa mattina seguirà nel pomeriggio una messa solenne all’interno del Pantheon, e al termine saranno ufficialmente consegnate le nomine ai nuovi membri, che faranno, accolti dagli altri componenti, il loro ingresso in Accademia.



Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»