Mafia, Prestipino (Dda): “Per qualcuno a Fiumicino non c’è allarme. Ma le mie informazioni dicono altro”

A Ostia c'è un allarme serio, qualcuno ha detto 'non ci sono più le condizioni per amministrare correttamente perché c'è' un eccesso di condizionamento derivante da un eccesso di presenza mafiosa'", ha aggiunto Prestipino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
M. Prestipino
M. Prestipino

ROMA – “L’altro ieri hanno bruciato uno stabilimento piuttosto famoso a Fiumicino. Il presidente della Federbalneari ha detto ‘a Fiumicino non c’è alcun problema di controllo malavitoso degli stabilimenti’. Confesso la mia sorpresa perché abbiamo due fonti di notizie diverse, e non le ho solo io”. Così il procuratore aggiunto della DDA di Roma, Michele Prestipino.

A Ostia c’è un allarme serio, qualcuno ha detto ‘non ci sono più le condizioni per amministrare correttamente perché c’è’ un eccesso di condizionamento derivante da un eccesso di presenza mafiosa’- ha aggiunto Prestipino- Sono contento che a Fiumicino non ci sia il problema mafioso e neppure malavitoso, ma purtroppo le mie informazioni mi raccontano altro“.

di Marco Tribuzi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»