A Roma esplode ‘Portonaccio 2’, multe selvagge in via Regina Margherita

L'associazione dei consumatori Codici ha avviato un'azione collettiva volta all'annullamento delle sanzioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Scoppia un nuovo caso multe selvagge a Roma, già stato soprannominato ‘Portonaccio 2, la vendetta’. La denuncia, arriva dall’associazione dei consumatori Codici, che sul suo sito pubblica: “Siamo sulla preferenziale di viale Regina Margherita. A causa della presenza costante di auto in doppia fila, gli automobilisti sono costretti a transitare sulla corsia riservata, dove vengono immortalati dalle telecamere e quindi stangati“. In via Portonaccio è nota: una corsia da sempre accessibile divenne all’improvviso una preferenziale mal segnalata ma sorvegliata da un occhio elettronico infallibile che iniziò a spiccare multe a raffica. Ora la storia, seppur con delle differenza, sembra ripetersi a pochi chilometri di distanza in via Regina Margherita.

LEGGI ANCHE: Roma, la sentenza sconfessa il Comune sulla preferenziale di via di Portonaccio

“Siamo stati contattati da cittadini infuriati ed esasperati – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – c’è chi ha ricevuto una decina di multe e chi è stato sanzionato più volte nella stessa giornata. Sembra un film già visto, ci ricorda quanto accaduto per Portonaccio, dove migliaia di romani sono stati ingiustamente puniti. Ricordando proprio quella vicenda, ci siamo attivati per fornire assistenza legale ai cittadini. Abbiamo avviato un’azione con cui chiediamo l’annullamento delle multe”.

L’Associazione Codici conferma di essere già al lavoro: “Ci sono arrivate delle segnalazioni e stiamo studiando caso per caso. Anche perché la situazione è complessa. Ad esempio, c’è chi lamenta di essere stato multato nel periodo in cui la strada era interessata da lavori, che di fatto rendevano obbligatorio il transito sulla preferenziale. Bisogna fare chiarezza. Nel frattempo, riteniamo doveroso sospendere il funzionamento delle telecamere. Finché gli automobilisti non saranno nelle condizioni di transitare regolarmente, quindi fino a quando non saranno rimosse le doppie file che li costringono ad invadere la preferenziale, bisogna interrompere le sanzioni”. In virtù della situazione tutta da chiarire Codici ha avviato un’azione collettiva volta all’annullamento delle sanzioni: “I cittadini che ritengono di essere stati ingiustamente multati in seguito al transito lungo la preferenziale di viale Regina Margherita possono unirsi all’azione avviata da Codici per chiedere l’annullamento della sanzione“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»