Abruzzo, ritrovati 3 corpi dei 4 escursionisti dispersi sul Monte Velino

escursionisti_velino
Domattina ripartiranno le squadre di soccorritori per le ricerche del quarto disperso. Al momento resta confermato soltanto il riconoscimento della 25enne Valeria Mella
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

L’AQUILA – I soccorritori, impegnati da settimane nelle ricerche dei quattro escursionisti scomparsi il 24 gennaio sul Monte Velino, hanno recuperato 3 corpi. Il primo ad essere estratto dalla neve ed identificato è stato quello della 25enne Valeria Mella. Ancora in corso di verifica l’identità dei restanti due. Per il quarto escursionista disperso, le ricerche – interrotte momentaneamente – riprenderanno domani mattina. Insieme alla giovane da fine gennaio risultano dispersi Tonino Durante, 60 anni, GianMauro Frabotta, 33, Gianmarco Degni, 26 anni.

E’ sotto il Colle del Bicchero, a circa 1.800 metri di altezza, che sono stati rinvenuti i corpi di tre dei quattro escursionisti dispersi sul Monte Velino dal 24 gennaio. E’ proprio qui che si sono concentrate, sin da subito, le ricerche elle squadre del Soccorso Alpino, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia di Moena, dei Vigili del Fuoco, del nono Reggimento Alpini di L’Aquila e che oggi hanno portato al tragico ritrovamento. Ad aiutare i soccorritori, saliti in quota grazie al bel tempo con gli elicotteri dell’11esimo Reparto Volo della Polizia e dei Vigili del Fuoco, entrambi di Pescara e decollati dall’aeroporto “Liberi”, il fiuto di due cani dell’unità cinofila dei Carabinieri di Bologna, addestrati al rinvenimento di salme, arrivati giovedì pomeriggio a Forme. Appena i cani hanno fiutato il punto, i soccorritori in quota hanno scavato e hanno ritrovato i tre corpi, subito è stato avvisato l’elicottero del 118 di L’Aquila, con a bordo il medico, a cui è toccato l’arduo compito della ricognizione cadaverica. I tre corpi sono stati recuperati con l’elicottero e sono stati trasportati all’obitorio dell’ospedale di Avezzano. Ad aiutare i cani e i soccorritori anche le temperature più elevate di questi ultimi giorni, che se da una parte hanno consentito l’abbassamento del manto nevoso, dall’altra hanno indotto i soccorritori verso le 13.30 di oggi a sospendere le ricerche del quarto disperso per l’elevato rischio di valanghe. Le abbondanti nevicate del weekend scorso e di inizio settimana che si sono accumulate sulle creste, a causa dell’innalzamento delle temperature potrebbero causare nuovi distacchi, che metterebbero in serio pericolo la vita dei soccorritori. Domattina verso le 8 ripartiranno le squadre di soccorritori per le ricerche del quarto disperso, che si spera si trovi nella stessa area. Al momento resta confermato soltanto il riconoscimento della 25enne Valeria Mella.

LEGGI ANCHE: Abruzzo, interrotte per maltempo ricerche dei 4 dispersi su Monte Velino

CORDOGLIO MARSILIO: “CI STRINGIAMO ALLE FAMIGLIE

“Tutta la comunità abruzzese si stringe commossa alle famiglie di queste povere vittime con tutto l’affetto di cui siamo capaci. Ho ringraziato di cuore il Prefetto Cinzia Torraco che questa mattina mi ha dato notizie del primo ritrovamento, per la grande umanità e sensibilità con la quale ha diretto e coordinato i soccorritori, che anche domani continueranno a cercare l’ultimo disperso. Uomini e donne di grande generosità che non hanno mai smesso di cercarli, prima nel tentativo di salvarli e poi per assicurare alle famiglie la restituzione dei loro cari e il diritto a una degna sepoltura”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, dopo il ritrovamento delle vittime travolte da una slavina sul Monte Velino.

FDI: “CORDOGLIO E VICINANZA A FAMIGLIA. TRAGEDIA CHE COLPISCE TUTTI”

“Esprimiamo il più profondo cordoglio e sentimenti di vicinanza ai familiari di Valeria Mella, ritrovata purtroppo senza vita, dopo interminabili giorni di ricerche nel vallone del monte Velino. Una tragedia che colpisce la comunità marsicana e tutta la regione. L’Abruzzo è rimasto in silenzio, da domenica 24 gennaio, giorno in cui non si hanno più avuto notizie dei 4 escursionisti ma con la speranza nel cuore di trovarli miracolosamente ancora in vita”. Con queste parole i vertici regionali di Fratelli d’Italia, ovvero il capogruppo in Regione Guerino Testa, l’assessore Guido Quintino Liris, il consigliere regionale Mario Quaglieri e il segretario regionale del partito Etelwardo Sigismondi, esprimono cordoglio alla notizia del ritrovamento di uno dei quattro escursionisti dispersi dal 24 gennaio.
“Abbiamo voluto crederci fino all’ultimo, seguendo con apprensione e fiducia le difficilissime operazioni dei soccorritori abruzzesi e provenienti da altre regioni. A nome personale, di rappresentanti istituzionali regionali e di tutti i componenti di Fratelli d’Italia, intendiamo ringraziare, ad uno ad uno, tutti coloro che sono impegnati in questa complicata e drammatica vicenda: le forze dell’ordine, l’esercito, il soccorso alpino e speleologico, il corpo forestale, i vigili del fuoco, la protezione civile con tutti i volontari, a cui resta, ancor più che a noi, quella terribile angoscia dei rinvenimenti privi di vita. Un’ altra giornata di dolore che segna l’ennesima ferita sulla nostra terra, un lutto unanime nella consapevolezza che i genitori, i parenti e gli amici avvertono incolmabile il vuoto generato dalla prematura scomparsa. Giungano a loro- concludono gli esponenti Fdi- le più sentite condoglianze”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»