fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 19 febbraio

RENZI E CONTE, IL GIORNO DELLA SFIDA

Matteo Renzi sfida Giuseppe Conte, con la proposta di un patto per le riforme e l’ipotesi di un governo istituzionale. Ma la prima risposta del premier e’ di gelo: l’Italia, dice, ha bisogno di crescita. Per questo il premier si prepara a lanciare una “cura da cavallo” per l’economia nazionale. Se c’e’ un campo dove i due contendenti vanno d’accordo e’ la politica estera. In vista del Consiglio europeo Conte ha riferito alle Camere osservando che sul bilancio comunitario l’Italia non e’ disponibile a un compromesso a ogni costo. Per Renzi dividersi su questo sarebbe sbagliato. “Conte ci rappresenta”, dice.

TREMILA ESUBERI NELL’OPERAZIONE CONAD-AUCHAN

Dopo l’acquisizione di Auchan Italia da parte di Conad si rischiano tremila esuberi. E altri 13mila posti sono a rischio nel settore bancario. Il 2020 rischia di essere l’anno orribile del terziario italiano. Il segretario generale dell’associazione cooperative Conad Sergio Imolesi, nel corso di una audizione in commissione Attività produttive alla Camera, rassicura e spiega che il gruppo “non ha fatto alcun licenziamento e non ne fara’ per tutto l’anno”. Per il momento si cercano soluzioni nei pre-pensionamenti, nel sostegno al reddito con la cassa integrazione e negli incentivi volontari.

CURCIO PRESENTA LA NUOVA CASA ITALIA

CasaItalia riparte “puntando molto sulla prevenzione”. Fabrizio Curcio, in un’intervista alla Dire, spiega le linee guida della struttura di Palazzo Chigi che sara’ dedicata al coordinamento della ricostruzione post sisma. Con il neo commissario Giovanni Legnini ci sara’ una buona interazione, spiega Curcio, secondo il quale Legnini e’ la figura appropriata al lavoro che lo attende. A breve Casa Italia e Commissariato metteranno a confronto le esperienze operative del sisma in Abruzzo del 2009 con quelle del Centro Italia, per capire se cio’ che ha funzionato in quel caso puo’ essere preso a modello.

TREMILA AGGRESSIONI AI MEDICI, MELONI: ORA BASTA

Una legge contro le aggressioni ai medici e agli infermieri. Fratelli d’Italia propone alcune misure tra cui il riconoscimento dello status di pubblico ufficiale per gli operatori sanitari. Questo tema, sottolinea Giorgia Meloni, “va affrontato in modo urgente e a tutti i livelli”. In conferenza stampa insieme ai professionisti del settore la presidente di Fdi rivendica l’impegno a sostegno di tutte le professioni “che sono- dice- un vero e proprio mondo dimenticato dal governo”.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

19 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»