VIDEO | A Roma maxi blitz nei campi rom intorno a Ponte Marconi

L'operazione per un censimento definitivo nel microcosmo di insediamenti che si trovano a ridosso di Ponte Marconi, in particolare in via della Vasca Navale e in vicolo Savini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Un censimento definitivo e controlli a tappeto. Massiccio spiegamento di forze dell’ordine, dalle prime luci dell’alba, nella zona di Ponte Marconi a Roma. Polizia di Stato e Polizia di Roma Capitale stanno passando al setaccio gli insediamenti rom in via della Vasca Navale, in vicolo Savini e nelle aree antistanti il Tevere. Sul posto oltre al Reparto Mobile della Polizia di Stato, gli uomini del commissariato Colombo, quelli dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e i Cinofili. L’operazione punta a svolgere un censimento definitivo nel microcosmo di insediamenti che si trovano a ridosso di Ponte Marconi, in particolare in due: in via della Vasca Navale, tra l’ex Cinodromo, l’Università Roma Tre e la scuola cine e tv Roberto Rossellini e l’altro in vicolo Savini, a due passi dalla spiaggia comunale Tiberis e dal polo natatorio abbandonato dei Mondiali di nuoto del 2009 di Valco San Paolo. Al vaglio l’eventuale presenza di droga o armi, ma soprattutto documenti e permessi di soggiorno. A metà mattinata sono già 5 le persone accompagnate nell’ufficio Immigrazione della Questura di Roma, in via Patini. Numerosi gli abusi edilizi riscontrati all’interno dell’insediamento di vicolo Savini. Al vaglio anche la presenza di persone ristrette ai domiciliari. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»