Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ue, Conte: “Proposta di bilancio inadeguata, da Italia no al compromesso ad ogni costo”

Il premier interviene in Aula al Senato, nell'informativa in vista del consiglio europeo straordinario di domani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’Italia è un contributore netto dell’UE e non è disponibile a accettare compromesso ad ogni costo“. Lo dice il premier Giuseppe Conte, in Aula al Senato, nell’informativa al Senato in vista del consiglio europeo straordinario.

“La proposta del presidente Michel- spiega Conte- apporta alcuni lievi avanzamenti rispetto alla proposta fatta durante la presidenza finlandese, ma resta comunque inadeguata“.

Per questo, continua il premier, il “vertice di domani si preannuncia complesso, complicato, basato su una proposta che non rispecchia le attese di dotare l’Unione europea di strumenti innovativi o solo adeguati” di fronte “all’elevata posta in gioco” per affrontare “le priorità tradizionali o nuove”.

“L’Italia- aggiunge Conte- è pienamente consapevole di abitare in questa casa comune e ci rendiamo conto che non tutte le nostre priorità possono essere imposte agli altri, ma non siamo disposti ad accettare un bilancio europeo insufficiente per il futuro dei nostri cittadini”.

Secondo il premier, inoltre, “l’Europarlamento non esiterebbe a bocciare un bilancio UE inadeguato sulla svolta verde e su altri temi all’ordine del giorno”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»