Raid di Haftar in Libia, Tripoli annuncia lo stop ai colloqui per la tregua

Il governo guidato da Fayez Al-Serraj ha sospeso la partecipazione ai colloqui per l'attuazione della tregua promossi dalle Nazioni Unite a Ginevra
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il governo libico guidato da Fayez Al-Serraj ha sospeso oggi la propria partecipazione ai colloqui per l’attuazione della tregua promossi dalle Nazioni Unite a Ginevra. L’annuncio, in un comunicato rilanciato da portali di informazione e quotidiani di Tripoli, è stato motivato con nuovi bombardamenti effettuati sulla capitale da parte delle forze del generale Khalifa Haftar. Lo stop ai colloqui riguarda in particolare la Commissione militare congiunta 5+5, un organismo istituito sulla base della Conferenza di Berlino per la Libia che si era tenuta a fine gennaio. Secondo ricostruzioni di stampa concordanti, tra ieri e oggi i bombardamenti su Tripoli hanno preso di mira anche la zona del porto, costringendo peraltro al trasferimento del personale a bordo di navi petroliere.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»