hamburger menu

Tg Politico Parlamentare, edizione del 19 gennaio 2022

In questa edizione parliamo di contagi tra i bambini, Papa Francesco al fianco dei lavoratori, Cartabianca sul femminicidio, Inps e disabilità

19/01/2022
tg pol 19 gennaio 2022-min

CONTAGI TRA I BAMBINI, GRAN PARTE CON LE SCUOLE CHIUSE

La gran parte dei contagi in eta’ scolastica c’è stata nel periodo di chiusura delle scuole. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, in audizione alla Camera. C’e’ stata una vera e propria impennata a partire dal 18 dicembre, con un’accelerazione quando bambini e ragazzi non erano a scuola. “Se avessimo ceduto all’idea di una chiusura avremmo portato a casa 6,5 milioni di studenti”, ha aggiunto il ministro. In Italia le classi tutte in Didattica a distanza sono il 6,6 per cento del totale con punte minime in Calabria e punte massime in Molise. L’insieme delle classi con attività integrata è del 13,1 per cento. In sostanza la Dad dal 10 gennaio è stata attivata in modo totale o parziale in una classe su cinque.

PAPA FRANCESCO: GARANTIRE I DIRITTI DEI LAVORATORI

Papa Francesco ha concluso l’udienza di oggi con un appello per i lavoratori di AirItaly e un invito a “custodire i diritti lavorativi di tutti”. Al centro della catechesi, la tenerezza di Dio, che “non si spaventa del nostro passato”. Bergoglio invita a pregare per i carcerati. “Non possono esserci condanne senza una finestra di speranza”, dice il Pontefice. Poco prima, il Papa ha invitato a pregare per le popolazioni delle Isole di Tonga, colpite nei giorni scorsi dall’eruzione del vulcano sottomarino. Il Papa ha parlato anche della Misericordia di Dio, che “non si spaventa del nostro passato, delle nostre cose brutte. Soltanto si spaventa della chiusura. Tutti noi abbiamo conti da risolvere, ma fare i conti con Dio è una cosa bellissima”.

CARTABIA: I FEMMINICIDI SONO UNA BARBARIE

Con le riforme nel civile e nel penale, il Governo ha conseguito gli obiettivi in materia di giustizia previsti per il 2021 dal Pnrr, il piano di gestione delle risorse europee per l’emergenza Covid. E’ il bilancio fatto dalla ministra Marta Cartabia nella relazione davanti al Parlamento. Parlando in Aula, prima al Senato e poi alla Camera, la guardasigilli ha sottolineato che sono stati messi a punto progetti e riforme strutturali per snellire i processi, smaltire gli arretrati, fronteggiare emergenze come il sovraffollamento nelle carceri. Tra gli impegni presi con l’Ue, ridurre del 40% la durata dei processi civili e del 25% i tempi dei procedimenti penali. Gli obiettivi saranno raggiunti attraverso un piano di assunzioni e di immissione di personale negli uffici giudiziari. Tra le priorità, interventi sull’edilizia carceraria e per fronteggiare la violenza domestica. “Il numero ancora alto di femminicidi in Italia – sottolinea Cartabia – è una barbarie”.

DISABILITA’, L’INPS ABBATTE LE BARRIERE

L’Inps abbatte le barriere comunicative aiutando le persone sorde e cieche a usufruire dei servizi previdenziali e assistenziali. Attraverso video informativi presentati contemporaneamente da una voce narrante e da una traduzione nella Lingua italiana dei segni, verranno illustrate prestazioni che riguardano tra le altre cose le pensioni, le indennità, l’accertamento sanitario, il QR Code invalidità e ancora il riscatto della laurea e i benefici in favore dei lavoratori sordomuti e invalidi, il reddito di cittadinanza. “Il nostro obiettivo è metterci a disposizione di tutti e superare quanto più possibile le barriere che possono frapporsi tra l’Istituto e le persone più fragili della società”, ha commentato il presidente dell’Inps Pasquale Tridico.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-19T18:38:12+02:00