hamburger menu

Quirinale, nessun decreto per i parlamentari positivi: devono decidere le camere

Ancora in dubbio la possibilità per i parlamentari positivi al covid di votare per l'elezione del Presidente della Repubblica

consiglio ministri

ROMA – Non bastano gli ordini del giorno approvati alla Camera per consentire il voto dei parlamentari positivi alle elezioni del presidente della Repubblica. A quanto apprende l’agenzia Dire da fonti di governo, l’esecutivo, pur disponibile a garantire “ogni forma di collaborazione per permettere a tutti i 1.009 delegati di partecipare al voto, in raccordo con le altre istituzioni”, come si legge dal dispositivo degli ordini del giorno, non può decidere sul voto dei parlamentari. E’ materia parlamentare. Serve cioè una decisione preliminare delle Camere, che com’è noto, godono del regime di autodichia, per assicurare il diritto di voto dei positivi. Ad oggi, questa decisione non c’è.

La sospensione delle regole di prevenzione del Covid per i parlamentari vanno preliminarmente decise dall’ufficio di presidenza della Camera e del Senato. Solo dopo questa decisione può intervenire il governo, con norme che consentano ai parlamentari positivi di derogare alle norme sull’isolamento e sulla quarantena, spostandosi quindi dal domicilio per raggiungere Roma e il seggio elettorale. Gli ordini del giorno non bastano.

MELONI: GOVERNO DIA SEGUITO A ODG FDI

“Il Governo Draghi dia immediatamente seguito all’ordine del giorno di Fratelli d’Italia approvato dalla Camera e che impegna il Governo a garantire a tutti i ‘Grandi Elettori’ il diritto-dovere di votare il Presidente della Repubblica. Sarebbe intollerabile negare questa possibilità e l’Esecutivo deve fare tutto quello che è necessario per garantire l’esercizio di questo diritto. Il Presidente della Camera Fico, responsabile delle operazioni di voto per dettato costituzionale, si attivi in relazione all’ampio indirizzo parlamentare ricevuto”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-19T17:43:01+02:00