hamburger menu

Quirinale, Sgarbi e l’operazione scoiattolo: “È ferma, ma domani si riunisce fronda M5s: sono 59”

Berlusconi? "Oggi non l'ho sentito e più passano i giorni meno possibilità ci sono di sentire i parlamentari che dovremmo sentire”

sgarbi

ROMA – Tra coloro che non voteranno sicuramente il leader di Fi c’e’ “tutto il Pd meno 4 persone, due alla Camera e due al Senato”. Lo dice Vittorio Sgarbi, deputato del Gruppo Misto, a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, aggiungendo che ci sarebbe “una fronda dei 5S che si riunirà a Roma domani, in via Paolo Sesto, alle 10.30. Sono in tutto 59 e si riuniscono per prendere una posizione ‘di corrente’ sul Quirinale”.

Tajani dice che non sono il portavoce di Berlusconi? “Ha ragione, io infatti faccio parlare lui. Oggi però non l’ho sentito e più passano i giorni meno possibilità ci sono di sentire i parlamentari che dovremmo sentire”.

L’operazione Scoiattolo senza di me non può andare avanti, perché sono io che chiamo parlamentari, visto li conosco uno per uno. Però ogni giorno che passa perdiamo delle possibilità, bisogna sbrigarsi per cercare di arrivare a quelli che ci servono…”. Il Cavaliere però ad oggi non è ancora tornato a Roma.

“Il non esser andati avanti con le telefonate mi sembra un segnale di un voler rallentare la corsa, ma questa è solo una mia sensazione. Potrebbe pure darsi che Berlusconi al vertice del centrodestra non andrà e comunicherà al telefono la sua decisione”. Lei che impressioni ha? “Ho la sensazione che Berlusconi non tornerà a Roma e che la sua decisione arriverà ‘da remoto’, questi almeno sono i segnali che interpreto”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-19T16:34:16+02:00