hamburger menu

Quirinale, Calenda: “Gara a chi sputa più lontano, perdere Draghi una follia”

"Credo che la cosa fondamentale sia sedersi, fare un patto di legislatura e decidere come va a finire sui temi fondamentali"

carlo calenda

ROMA – “Siamo tutti nello stesso Governo e non ci si riesce ad incontrare. Ma vi rendete conto che è solo un giochino di tatticismo di chi si scopre prima, di chi si scopre dopo, è una cosa vergognosa. Un branco di ragazzini che fanno la gara a chi sputa più lontano mentre il Paese ha Omicron, l’energia alle stelle e nessuno che propone una soluzione concreta. E che palle uno si siede e si confronta poi se non si trova l’accordo, eleggiamo il presidente e si vada ad elezioni”. Lo ha detto Carlo Calenda, leader di Azione, a 24 Mattino su Radio 24.

LEGGI ANCHE: Quirinale, incontro Conte-Letta-Speranza. “No a Berlusconi ma aperti al confronto con centrodestra”

Cartabia ci sembra un punto di equilibrio buono– aggiunge Calenda- ma soprattutto sono quelli che chiedono da un mese di decidere se e come il governo deve andare avanti. Sull’energia che vogliamo fare? Perché noi siamo per la ripresa delle estrazioni di gas, ma i 5 Stelle ci sono o non ci sono? La cosa peggiore che si possa fare è eleggere qualcuno al Quirinale, tenere Draghi al governo ma non fargli fare assolutamente nulla. Credo che la cosa fondamentale sia sedersi, fare un patto di legislatura, decidere come va a finire sui temi fondamentali che abbiamo davanti e verificare se ci sono le condizioni o meno, altrimenti è meglio che Draghi vada al Quirinale, perderlo sarebbe una follia”.

LEGGI ANCHE: Quirinale, si muove il partito di Draghi. Ipotesi Cartabia per Palazzo Chigi

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-19T12:12:52+02:00