Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

G20, Sabbadini (W20): “Da Italia road map su empowerment femminile”

donne_lavoro_amicizia
All'ordine del giorno DireDonne ha proposto "la violenza istituzionale" come argomento da annoverare nel documento conclusivo da sottoporre ai governi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Un brainstorming con le donne del mondo dell’informazione”. E’ questo il titolo che Linda Laura Sabbadini, chair del W20, ha dato all’incontro su zoom che si è tenuto oggi pomeriggio con le giornaliste che seguiranno il W20: “Un engagement group- ha ricordato Sabbadini- dal quale uscirà fuori un documento di raccomandazioni che sarà consegnato al Presidente del Consiglio e che sarà condiviso con i leader del G20”.

“People, prosperity e planet” saranno i pilastri di questo G20: “Una visione più ampia” come ha rimarcato Sabbadini rispetto agli argomenti che di consueto sono legati a imprenditoria, finanza e lavoro. “Il G20 quest’anno- ha spiegato infatti la chair del W20- ha varato la decisione per cui sotto la presidenza italiana si presentasse una road map sull’empowerment femminile”. E anche “il W20 avrà una visione più aperta”, ha chiarito Sabbadini, introducendo il tema del “green, della violenza sulle donne, i diritti umani del genere femminile- ha detto la chair W20- che non sono mai stati adeguatamente affrontati. In modo trasversale- ha aggiunto- il W20 affronterà inoltre la questione degli stereotipi e del cambiamento culturale”.

All’ordine del giorno DireDonne ha proposto “la violenza istituzionale” come argomento da annoverare nel documento conclusivo da sottoporre ai governi. Dalle giornaliste la richiesta di parlare anche di “stem, alfabetizzazione politica e finanziaria, ma anche di riconoscimento sociale della maternità, di linguaggio delle professioni, molestie sul lavoro e cronaca nera”. Il percorso verso la presentazione di una bozza del documento, prevista per fine febbraio, ha visto oggi, dopo aver audito un centinaio di associazioni impegnate nella società civile, un incontro con le professioniste dell’informazione e l’ascolto delle giornaliste proseguirà nei prossimi giorni. “La sorellanza, penso anche alla solitudine delle donne che hanno ruoli decisionali, è una questione cruciale- ha concluso Sabbadini- e serve anche a dare una svolta a questo Paese”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»