Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Lonardo a Meloni: “Come stava da ministra sulle linee aeree di Scilipoti?”

alessandra_lonardo
Ieri nel dibattito alla Camera Meloni aveva ironizzato nei confronti di Conte: "Voliamo alto... con la Mastella airlines"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  Meglio ‘Mastella Airlines’ o ‘Air Scilipoti’? È il quesito che in tono evidentemente polemico Sandra Lonardo Mastella rivolge alla leader di Fdi Giorgia Meloni, nell’intervento in aula al Senato sulla fiducia. Ieri nel dibattito alla Camera Meloni aveva ironizzato nei confronti di Conte: “Voliamo alto… con la Mastella airlines”. Sandra Lonardo Mastella non ci sta. E attacca direttamente l’esponente del centrodestra: “L’onorevole Meloni ieri con fare plateale alla Camera ha parlato con disprezzo di ‘una linea aerea della famiglia Mastella’. Desidero ricordarle, perche con ipocrisia se ne era dimenticata, e lo ricordo anche all’Assemblea e agli italiani, che lei utilizzò il confortevole ‘aereo Scilipoti’ per conservare il suo posticino di ministro nel governo Berlusconi che resse, dopo il duello con Fini, solo grazie all’apporto di Scilipoti. Incredibile dimenticanza per una donna senza macchia, che fa della moralità un ipocrita cavallo di battaglia”, dice la senatrice. E conclude: “Per la storia, la Meloni fece il ministro grazie a Scilipoti. Perché non ebbe crisi di coscienza? Perché non fece l’eroina dicendo no ai voti che arrivarono dall’altra parte? Perché non si è vergognata di volare con le linee aree Scilipoti? Anzi, saremmo curiosi di sapere come si stava sull’aerobus di Scilipoti. Che doppiezza morale! Ma ci faccia il piacere, per dirla alla Toto’!”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»