Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Moratti smentisce: “Mai pensato di declinare vaccino e reddito”

vaccino_moratti
L'assessore al Welfare lombardo, nel corso della seduta odierna di Consiglio regionale a Palazzo Pirelli, tenta di fare chiarezza sul significato della frase sui vaccini in base al Pil che tanto clamore sta suscitando in queste ore
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – “Non ho mai pensato di declinare vaccini e reddito: il Pil è un indicatore economico, finanziario che attesta l’attività in una Regione che e il motore dell’Italia”. L’assessore al Welfare lombardo Letizia Moratti, nel corso della seduta odierna di Consiglio regionale a Palazzo Pirelli, tenta di dipanare il significato della frase sui vaccini in base al Pil che tanto clamore sta suscitando in queste ore. “Ho fatto una riflessione che ho voluto condividere anche con i capigruppo del Consiglio regionale”, sottolinea Moratti, in modo tale da “proporre al commissario Arcuri un’idea da sviluppare in sede di conferenza Stato-Regioni per il miglioramento del piano vaccinale”. Secondo l’assessore al Welfare lombardo, infatti, “la salute è indiscutibilmente un diritto prioritario e costituzionale per tutti i cittadini, senza differenza alcuna”, ecco perché “gli spunti che intendo sottoporre al Commissario partono dal tema delle zone più colpite e che potrebbero riguardare mobilità e densità abitativa, fattori di accelerazione della trasmissione del contagio”.

LEGGI ANCHE: Speranza contro Moratti: “Vaccini su base Pil? Salute è diritto, non privilegio”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»