Governo, Forza Italia teme ‘effetto Polverini’: “Almeno poteva dircelo…”

L'ex governatrice del Lazio ha votato la fiducia al governo Conte, lasciando il partito di Silvio Berlusconi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Cazzo, almeno poteva dircelo…”. Forza Italia non reagisce bene all’addio di Renata Polverini. L’ex governatrice del Lazio ha votato la fiducia al governo Conte, lasciando il partito di Silvio Berlusconi: “Sarebbe irresponsabile mandare il Paese a votare ora- ha spiegato- il mio e’ stato un gesto di responsabilita’”.

LEGGI ANCHE: Renata Polverini vota la fiducia a Conte e lascia Forza Italia

Un gesto politico che, stando alle prime reazioni degli azzurri nei corridoi di Montecitorio, non era atteso. Sono quasi le nove e Antonio Tajani, vicepresidente di Fi, e’ in un capannello con una decina di deputati del partito. “Polverini si e’ messa fuori da Forza Italia”, dice l’ex commissario europeo ai giornalisti.

Negli stessi istanti sulle agenzie Renata Polverini spiega che le dispiace lasciare Fi, ma “si puo’ votare in dissenso dal gruppo su un provvedimento, non sulla fiducia”. Gli azzurri masticano amaro. “Stamattina era in prima fila alla riunione…”, dice uno. “Poteva avvertirci”, osserva un altro.

Forse c’e’ il timore, in vista della battaglia di domani al Senato, che il gesto della deputata possa essere imitato. “Alla fine della prima chiama era in Transatlantico a passeggiare…”, ricostruisce un azzurro. Tajani annusa lo scontento: “Vabbe’, dai, meglio cosi'”, taglia corto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»