Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nigeria, versione Biafra: Trump per i diritti dei popoli

Con buona pace di Barack Obama, primo presidente afroamericano degli Stati Uniti, l'Indigenous People of Biafra ha convocato un corteo di sostegno a Trump
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – “Un sostenitore del diritto dei popoli all’autodeterminazione”: Donald Trump è descritto anche così in Nigeria, in particolare a Port Harcourt, metropoli petrolifera roccaforte del movimento per la secessione del Biafra.

Con buona pace di Barack Obama, primo presidente afroamericano degli Stati Uniti, l’Indigenous People of Biafra (Ipob) ha convocato un corteo di sostegno a Trump per domani.

In coincidenza con il giuramento di Washington, i militanti favorevoli alla secessione del sud-est della Nigeria sfileranno accanto ai terminali petroliferi. In una nota l’Ipob si è detta “dalla parte di un democratico civile e pragmatico ovunque si trovi nel mondo”. Una frecciata al presidente nigeriano Muhammadu Buhari: un ex generale che nella guerra del Biafra (1967-1970) combattè contro i secessionisti, accusato ora di arresti e repressioni.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»