Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Abruzzo, entro oggi le utenze staccate scenderanno a 60.000/FT e VD

Al lavoro c'è una task force di 1.300 uomini, con 400 mezzi operativi e più di 450 gruppi elettrogeni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Notte di duro lavoro in Abruzzo per la task force di 1300 uomini messi in campo da e-distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce le reti elettriche di media e bassa tensione, impegnata a fronteggiare l’impatto sul servizio elettrico dell’emergenza maltempo in corso con 400 mezzi operativi e più di 450 gruppi elettrogeni. Dall’inizio dell’emergenza sono state rialimentate circa 130 mila utenze. Il lavoro delle squadre ha permesso di portare a circa 90.000 le utenze senza energia elettrica, concentrate soprattutto nella provincia di Teramo dove sono ancora fuori servizio due cabine primarie per mancanza di alimentazione della rete di Alta Tensione.

Terna ha comunicato a e-distribuzione che le prove effettuate durante la notte hanno avuto esito negativo. Nel teatino permane la criticità per 19.000 clienti, nel pescarese per 16.900, mentre per l’aquilano la situazione interessa 1.300 clienti con previsione di ritorno alla normalità in giornata. A valle del rientro delle linee di Alta Tensione, e-distribuzione conferma che entro oggi le utenze disalimentate scenderanno a circa 60.000.

Per la prima volta dal 16 gennaio, le condizioni meteo avverse e le temperature gelide della notte, pur ostacolando le attività di ripristino, non hanno comportato l’insorgere di ulteriori problemi sulla rete. La situazione rimane complessa, con precipitazioni abbondanti e viabilità ostacolata dal maltempo. E-distribuzione opera in stretto contatto con le Autorità Locali e Regionali per gestire le situazioni più critiche con misure temporanee, anche attraverso l’installazione gruppi elettrogeni. Nel corso della giornata verranno forniti ulteriori aggiornamenti sull’evolversi della situazione e sulla stime dei tempi di ripristino.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»