Brogli a Reggio Calabria, Castorina si avvale della facoltà di non rispondere

Il consigliere comunale è indagato per presunti brogli alle ultime elezioni del 20 e 21 settembre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – Si è avvalso della facoltà di non rispondere il consigliere comunale di Reggio Calabria Antonino Castorina (Pd), presentatosi oggi dal gip del Tribunale per l’interrogatorio di garanzia.
Castorina, al momento sottoposto agli arresti domiciliari, è indagato dalla Procura reggina per presunti brogli alle ultime elezioni comunali del 20 e 21 settembre.
All’uscita dal gip, sollecitato dai giornalisti, ha risposto: “non posso parlare”. A seguito del suo coinvolgimento nell’indagine il Partito democratico lo ha sospeso da ogni incarico.

LEGGI ANCHE: Reggio Calabria, consigliere Pd arrestato per brogli: votato anche dai morti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»