hamburger menu

Brugnaro: “Ok potenziamento stazione Venezia-Mestre, ora stop a degrado”

ROMA - "Sulla stazione di Mestre negli anni si e' investito pochissimo, Fs con questo accordo recupera il tempo perduto".

brugnaro1
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Sulla stazione di Mestre negli anni si e’ investito pochissimo, Fs con questo accordo recupera il tempo perduto”. Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, intervistato dalla Dire, definisce così l’accordo siglato questa mattina a Roma alle Fs, alla presenza dell’ad Fs Gianfranco Battisti, l’ad Fs Sistemi urbani Umberto Lebruto e dell’ad Rete Ferroviaria italiana Maurizio Gentile per il potenziamento intermodale della stazione Venezia – Mestre.

L’obiettivo dell’accordo e’ confermare la stretegicita’ della stazione di Venezia Mestre attraverso il potenziamento dei sistemi di interscambio modale. Un’opera che, nelle intenzioni, diventerà essenziale per completare il collegamento tra le due parti della città, Marghera e Mestre.

“Quest’accordo è un grande successo– assicura Brugnaro – iniziamo un percorso per la ricostruzione di una stazione di transito come Mestre. Il passaggio, che andrà studiato con Fs, metterà in comunicazione due aree. L’idea folle che abbiamo e’ che si possa passeggiare a Marghera con la propria famiglia e arrivare direttamente al centro di Mestre. Con questo intervento edilizio ristrutturiamo tutta l’area, che e’ degradata. Fs ha avuto grande coraggio nel credere in questa idea”, conclude.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2018-12-18T13:42:28+02:00