D’Alema: “Dal Pd polemiche sconcertanti, è in condizioni drammatiche”

ROMA - "L’unico dirigente del Partito Democratico con cui abbiamo concordato la data dell’iniziativa" della Fondazione Italianieuropei organizzata sabato scorso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’unico dirigente del Partito Democratico con cui abbiamo concordato la data dell’iniziativa” della Fondazione Italianieuropei organizzata sabato scorso “è stato Maurizio Martina, in quanto allora segretario reggente. Lo stesso Martina ha confermato da subito la sua partecipazione.

LEGGI ANCHE: Pd, Zingaretti: “Accordo con D’Alema? Buffonate”

Solo nel tardo pomeriggio di venerdì scorso ha, invece, comunicato che, per impegni precedentemente presi, non sarebbe stato presente”. Lo fa sapere Massimo D’Alema, in una lettera pubblicata oggi su ‘Repubblica’ in cui si dice “sinceramente sconcertato dalle insensate polemiche che si leggono in queste ore” su un suo riavvicinamento al Partito democratico scaturite proprio dopo il convegno dei giorni scorsi.

“Non sono iscritto al PD, non parteciperò al congresso e ovviamente non sosterrò alcun candidato. Gli auguro di fare una discussione chiara e nel merito che possa rappresentare un passo in avanti per tornare a svolgere un ruolo positivo per la società”, puntualizza l’ex premier, che peraltro fa sapere come “le reazioni di alcuni dirigenti del Partito Democratico, talvolta cariche di odio, non turbano affatto la mia persona, tuttavia confermano in me una notevole preoccupazione per il drammatico stato di salute in cui, evidentemente, versano quel partito e il centrosinistra italiano”.

LEGGI ANCHE: Governo, D’Alema: “In M5S istanze di sinistra, errore spingerli con la Lega”

All’incontro di sabato c’è stata “una discussione libera, aperta, partecipata sul futuro dell’Unione Europea” durante cui “ci siamo confrontati in modo vero, anche da posizioni diverse, sulle prospettive del progetto europeo. All’incontro hanno partecipato anche diversi esponenti del Partito Democratico.

A margine del mio intervento, ho ripreso l’ipotesi, emersa chiaramente nel corso del dibattito, che le forze che si ispirano al socialismo europeo possano presentarsi unite alla prossima scadenza elettorale di maggio 2019″.

“Come si può facilmente verificare attraverso la registrazione dell’intera giornata di lavori su Radio Radicale o dalla chiara sintesi del mio intervento pubblicata dal sito la Nuova Atlantide- scrive ancora D’Alema- il dibattito ha trattato altri argomenti rispetto a quelli su cui si è successivamente aperta una discussione paradossale. È stato un confronto scevro da qualsiasi riferimento polemico”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»